giovedì 28 gennaio 2016

Conserve di pomodori La Carmela

Care followers, come sapete a me piace proporvi sempre dei nuovi prodotti di qualità per preparare le nostre ricette. Ebbene, in questi giorni, ho avuto modo di provare ed apprezzare un'azienda specializzata nelle conserve alimentari ed in particolare nella trasformazione dei pomodori.
Si tratta dell'azienda dei F.lli D'Acunzi presente sui propri mercati di riferimento con i marchi "La Carmela" ed "Orto d'Oro".
Ed è proprio i prodotti del marchio La Carmela che ho avuto il piacere di provare per voi.
Ma prima di parlarvi di cosa ho avuto modo di utilizzare per le mie ricette, vi voglio far conoscere un po' l'azienda!

La F.lli D’Acunzi S.r.l. ha una lunga tradizione che nasce nel 1958 a Nocera Superiore (Sa), dove l’industria della trasformazione del pomodoro è un’attività di grande rilevanza.
Già da anni è presente sul mercato nazionale ed internazionale ed è all’avanguardia nel processo produttivo e tecnologico, utilizzando macchinari moderni in grado di integrarsi perfettamente con lo sviluppo imprenditoriale sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.
Infatti i prodotti D’Acunzi garantiscono un'ottima qualità e soprattutto sono sinonimo di garanzia, anche grazie al rispetto delle principali normative in campo Qualità Igiene e Ambiente. I pomodori utilizzati sono al 100% italiani.
Oltre alla linea dei pomodori troviamo anche i legumi e gli sciroppati, prodotti con gli stessi criteri di qualità!
Ecco quello che ho ricevuto e che utilizzerò nelle mie prossime ricette:
  • pomodori pelati italiani
  • pomodorini di collina
  • pomodori pelati cubettati
Come sempre vi invito a seguirmi nei prossimi giorni per le mie ricette con questi prodotti. Intanto potete visitare il sito dei F.lli D'Acunzi e mettere un bel like alla pagina facebook di La Carmela 

domenica 24 gennaio 2016

Petto di pollo con porri e limoncello

Buona domenica, oggi finalmente una giornata di sole e non troppo fredda che mi ha invogliata a fare una bella passeggiata :)
Ora torniamo alle ricette. Volete preparare un secondo veloce ed un po' diverso dal solito? Ecco una variante delle scaloppine al limone: petto di pollo al limoncello. Il petto di pollo lo potete fare o a fettine intere o a tocchetti, io ho preferito lasciarle intere.

Ingredienti:         400 g petto di pollo
                                      200 g porri
                                      40 g burro
                                      1/2 bicchiere di limoncello
                                      farina q.b.
                                      sale e pepe

Tagliare i porri a rondelle. Intanto far sciogliere il burro in una padella antiaderente, quindi aggiungere i porri e farli appassire a fuoco lento.
Versare metà del limoncello e farlo sfumare.
Intanto infarinare il petto di pollo, adagiarlo sul letto di porri e farlo rosolare da ambo i lati. Spruzzare il rimanente di limoncello, salare, pepare e finire la cottura. Se preferite, al posto del limoncello potete utilizzare il marsala secco.
Alla fine la carne sarà tenerissima, succosa e dal gusto saporito e leggero. Potete accompagnarlo con patate al forno.

venerdì 15 gennaio 2016

Tortino di verza

Se vi piace la verza (a me tantissimo) sicuramente apprezzerete questo tortino, facilissimo da preparare ed ottimo per una cena veloce e leggera!


Ingredienti:   1/2 cavolo verza
                                          2 cucchiai di olio d'oliva
                                          200 g pancetta affumicata a cubetti
                                          2 uova
                                          3 scalogni
                                          3 spicchi d'aglio
                                          prezzemolo
                                         sale, pepe
                                         200 g farina
                                         250 ml di latte
Tritare grossolanamente la verza e cuocerla a vapore per 3 minuti, scolare e metterla da parte.
In una ciotola mescolare le uova, la pancetta tagliata a cubetti, lo scalogno l'aglio ed il prezzemolo tritati, sale e pepe. Aggiungere la farina e il latte e mescolare fino a formare una pastella densa e senza grumi.
Spalmare l'olio d'oliva su una teglia profonda e versare metà della pastella, versare quindi la verza e ricoprire con la restante pastella.
Cuocere per circa 40 min in forno preriscaldato a 180°C.
Servire caldo o a temperatura ambiente.

sabato 9 gennaio 2016

Piadina con salsiccia e friarelli o cipolla

Buon sabato a tutte, oggi finalmente una giornata di sole :)
Ispirata da questa piacevole giornata veniamo subito alle cose buone!
L'altro giorno vi ho parlato delle piadine di Sapori Romagnoli, oggi vi propongo 2 modi per prepararle. Ho voluto subito provarle unendo la bontà delle piadine romagnole alla tradizione campana di salsiccia e friarelli :)
La seconda versione, semplicissima anche questa, è invece con cipolla e salsiccia. Ecco il risultato...

Una vera bontà, grazie alle piadine Sapori Romagnoli che io trovo siano ottime sia per il sapore che per il fatto che rimangono belle soffici e non si spezzano dopo averle riscaldate. Mangiandole sentirete la genuinità della vera piadina romagnola IGP, marchio che ne garantisce il rispetto di rigide regole di produzione legate al territorio.
Prepararle è facilissimo, ecco la mia ricetta.

Ingredienti:         piadine Sapori Romagnoli
                                     salsicce
                                     cipolle
                                      friarelli
                                     vino bianco
                                     aglio, olio
                                     sale e peperoncino

Punzecchiare le salsicce con uno stuzzicadenti e metterle a cuocere in una padella antiaderente, spruzzandovi un po' di vino bianco.
Per la piadina con la cipolla, affettare finemente 2 grosse cipolle e metterle ad appassire in una padella con olio caldo a fiamma alta. Appena appassite, aggiungere un po' di sale e finire la cottura a fuoco lento.

Per la piadina con i friarelli, rosolare uno spicchio d'aglio in olio caldo con un po' di peperoncino. Aggiungere i friarelli, precedentemente lavati e puliti, e coprire con un coperchio. Appena appassito togliere il coperchio e portare a cottura aggiungendo un po' di sale.

Riscaldare le piadine Sapori Romagnoli in una padella antiaderente, toglierle dal fuoco e condirle mettendo in una i friarelli e una salsiccia tagliata a fettine, e nell'altra le cipolle con l'altra salsiccia tagliata a fettine.
Servire calde e buon appetito!

martedì 5 gennaio 2016

Voglia di piadina....Sapori Romagnoli!

Mie care ormai manca solo l'Epifania e poi tutte noi riprenderemo la vita frenetica di tutti i giorni! Quindi oggi voglio suggerirvi delle gustose piadine con le quali potrete preparare ricette veloci ma al tempo stesso gustose, grazie alla vostra fantasia ed agli ingredienti giusti :)
Vi parlo quindi di Sapori Romagnoli, un’azienda e-commerce con sede a Forlì che si occupa di vendita all’ingrosso e al dettaglio di prodotti alimentari a lunga conservazione tipici dell’Emilia Romagna e non solo.


Sapori Romagnoli non produce direttamente i prodotti che commercializza ma li seleziona tra i diversi produttori locali con accurata attenzione, selezionando esclusivamente i migliori, al fine di soddisfare le esigenze della clientela sempre più sensibile al cibo inteso come cultura, stile di vita e salute.
L'azienda è nata per fare arrivare direttamente a casa dei consumatori prodotti di qualità ad un prezzo conveniente.
Per questa nuova collaborazione ho ricevuto 6 confezioni da 4 pezzi cadauna di Piadine Romagnole:
Vediamo subito le caratteristiche di queste piadine.
Ingredienti: Farina di grano tenero tipo "00", acqua, strutto, sale iodato, agente lievitante (carbonato acido di sodio, amido di mais, difosfato disodico)
Prodotto confezionato in atmosfera protettiva.
Dichiarazione allergeni: contiene GLUTINE. 

Conservazione: conservare la confezione in ambiente fresco al riparo da luce e fonti di calore. Dopo l’apertura il prodotto non cotto deve essere conservato in frigorifero sigillando al meglio la busta e comunque da consumare entro il giorno successivo.
Da consumare entro la data impressa sulla confezione.

Modalità d’uso: riscaldare una teglia o padella piatta meglio se con rivestimento antiaderente, su fuoco vivo. Stendere la piadina e mentre cuoce fare alcuni fori con i rebbi di una forchetta, girarla poi sull’altro lato, circa 20 secondi per parte.
Una temperatura bassa o un tempo di cottura lungo causano la secchezza della piadina.

Una volta scaldata potete farcire la piadina a vostro gusto, se mi seguirete nei prossimi giorni vi farò vedere come le ho preparate io :)
Intanto vi invito a visitare il sito di Sapori Romagnoli dove potrete trovare tutte le modalità d'acquisto delle confezioni multiple (da 6, 12, 18 e 24 confezioni) da 4 pz. cad., e la pagina facebook di Romagna Eatin'.

Ti potrebbe interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...